English (United Kingdom)Italian - Italy
News


Quale buona strada? PDF Stampa E-mail
News - Diario
Scritto da Dani   
Giovedì 14 Aprile 2016 08:22

Ci sono notizie che non vorremmo mai leggere: il 26 marzo un gruppo di 3 ciclisti è stato investito da un'auto appena fuori Roma. Uno di loro ha perso la vita e altri due sono stati feriti.

Il 7 Aprile la stessa dinamica ha coinvolto un altro gruppo di ciclisti al Lido di Venezia, anche questa volta il risultato è di un morto e un ricoverato in gravissime condizioni.

Di fronte a questo tipo di notizie è difficile parlare di “tragica fatalità” e viene da porsi invece la domanda: se chi stava guidando non si è accorto di avere innanzi a sé un gruppo di ciclisti, dove stava guardando, invece di guardare la strada?

La risposta ce la fornisce l'ultimo rapporto sull'incidentalità ACI-ISTAT che rileva come il 28% degli incidenti stradali sono causati da alta velocità o da distrazioni alla guida. E la più grande fonte di distrazioni, lo sappiamo, è il cellulare che in ogni momento della giornata richiama la nostra attenzione.

A pagare cara la disattenzione sono come al solito i più deboli: nel corso dell'ultimo anno 273 ciclisti hanno perso la vita sulle strade italiane (+8,8%), a questi bisogna aggiungere 62 bambini uccisi e 12.217 bambini feriti nella fascia di età tra gli 0 e i 14 anni, con un aumento spaventoso del 27,3% per la fascia di età tra i 5 e i 9 anni.

Dal 2008 al 2014 oggi sono 456 i bambini che hanno perso la vita a causa di incidenti stradali nell'indifferenza della politica.

Questa situazione è inaccettabile per qualunque cittadino dotato di buon senso, tanto più se si pensa che la legge delega con le modifiche al codice della strada (che contiene diverse norme per la tutela dei più deboli) è ferma da oltre un anno e mezzo in attesa di discussione in Senato.

È per questo motivo che chiediamo:

  1. che la legge delega con le modifiche al codice della strada venga discussa e approvata al più presto;

  2. che il Governo si impegni a realizzare una campagna di comunicazione su tutti i media per spiegare agli Italiani che l'uso dell'automobile è incompatibile con l'uso del telefono cellulare.

Ci sono riforme che non possono più aspettare perché ogni giorno che passa è una vita persa nell'attesa della Buona Strada.

Nessuno di noi può più aspettare.


Chiunque volesse contribuire al buon esito di questa campagna può condividere questo post attraverso Facebook, attraverso il proprio blog o sito, attraverso Twitter utilizzando l'hashtag #qualebuonastrada e, ovviamente, inviandola via mail a:


  • Presidente del Consiglio, Matteo Renzi: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Presidente del Senato, Pietro Grasso: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

  • Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Campagna promossa da:

Bikeitalia.it

Lifeintravel.it

Viagginbici.com

Cyclinside.it

Bicilive.it - Urban.bicilive.it

Rivista BC

Ciclismo.it

Bikelive.it

MTB-mag.com

BDC-mag.com

Bike Channel Tuttobici Web

Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Aprile 2016 09:03
 
#2RR On Air! Radio 100 Passi (+1) PDF Stampa E-mail
News - Diario
Scritto da Dani   
Giovedì 14 Gennaio 2016 11:42

#2RR pedala sulle onde radio!

Anzi, precisamente in streaming.

Come raccontiamo qui, Radio 100 Passi nasce a Genova, Arezzo, Salento, Napoli.

E giovedì 14 gennaio debuttiamo con una rubrica mensile all'interno del programma 100 Passi + 1.

Il giovedì dalle 19 alle 19,50 e in replica il venerdì dalle 12 alle 12,50.

Seguiranno podcast e particolari.

La radio si ascolta cliccando qui. O qui.

Stay tuned! :-D


 

Ultimo aggiornamento Domenica 10 Aprile 2016 21:55
 
Howdy, 2016! PDF Stampa E-mail
News - Diario
Scritto da Dani   
Giovedì 31 Dicembre 2015 18:25

Poco da aggiungere in realtà a questo articolo: l'anno si chiude, come è giusto che sia, nella Valle libera che paga a caro prezzo la sua resistenza.

Viverci e lavorarci quotidianamente è un'altra cosa. Per dirne una si consuma meno shampoo (!) perché si fa meno bagnomaria nello smog.

L'esperienza nella scuola pubblica mi sta chiedendo molto in termini di tempo ed energia.

Poco tempo per organizzare concerti e soprattutto per curare le PR. Poche cose realizzate quest'anno, ma che fanno bene. Eccovene una piccola galleria.

 
The Bottom Line PDF Stampa E-mail
News - Alta filosofia
Scritto da =Dani   
Venerdì 20 Novembre 2015 19:48

Gira e rigira, siamo sempre nel 1991: guerre per il petrolio (o il gas, che sarebbe il petrolio di domani), o per le sue vie d'accesso.

Ce le spacciano per guerre di religione.

In effetti sì, la religione dell'auto e dei carburanti fossili.

Si può fare qualcosa tutti i giorni. Ecco, per esempio:

Gira e rigira, siamo sempre nel 1991: guerre per il petrolio (o il gas, che sarebbe il petrolio di domani), o per le sue vie d'accesso.  Ce le spacciano per guerre di religione.  In effetti sì, la religione dell'auto e dei carburanti fossili.  Si può fare qualcosa tutti i giorni. Ecco, per esempio:

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Novembre 2015 19:59
 
Bentornati (?) in città: per cominciare Tifiamo Scaramouche PDF Stampa E-mail
News - Diario
Scritto da Dani   
Martedì 15 Settembre 2015 16:31

La ex-fabbrica Diatto e l'ex-CSOA Gabrio sono due edifici nel quartiere Cenisia-San Paolo di Torino, che il Comune doveva assolutamente sgombrare per il decoro 'd la sità, ma soprattutto perché strutture contenenti amianto.

Lo sgombero è stato fatto, il gioiello di archeologia industriale della Snia-Diatto è stato accuratamente distrutto, poi? Poi abbandonato. Lasciato lì. E l'amianto? Pure.

Però, però hanno messo un bello striscione (maggiori info qui)

I residenti aderenti al comitato Snia Rischiosa hanno organizzato per domenica 20 settembre una giornata informativa, che partirà con letture pubbliche di alcuni dei racconti di Tifiamo Scaramouche, raccolta di racconti di autore collettivo nati su ispirazione, e in ideale seguito, del romanzo storico L'armata dei sonnambuli di Wu Ming.

Il Vostro Affezionato ha composto uno di detti racconti, e lo leggerà per voi.

Tutti i 4 volumi di racconti sono liberamente scaricabili qui.

In parallelo alle letture ci saranno un laboratorio grafico per bambini ed un aperitivo condiviso, poi, quando la luce lo permetterà, proiezioni esplicative.

È invitat* chiunque si batta, o almeno sia interessat* alla difesa del territorio, della salute e della memoria storica in questa città.

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Settembre 2015 09:32
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 14

Calendario eventi

April 2016
M T W T F S S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1
May 2016
M T W T F S S
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
June 2016
M T W T F S S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Multimedia

Immagine casuale